Giovedì, 08 Ottobre 2020 12:58

Vi aspettiamo per godere di questa nuova esperienza!

Noi del Porticciolo non ci fermiamo mai, perché il nostro obiettivo è donarvi un’esperienza sempre più unica e appagante,

per questo studiamo e approfondiamo sempre in cucina, scambiando idee ed esperienze. La nostra ricerca sul mare corre sempre sul binario del gusto, e il gusto, si sa, va spesso a braccetto con la gola, e poi alla fine di ogni viaggio si torna a casa con il desiderio di qualcosa di bello che lenisca la nostalgia.
E visto il mio istinto di curioso indagatore della materia, ho avvertito la necessità di approfondire il capitolo finale del pasto al Porticciolo lavorando sul concetto di pasticceria italiana, ingaggiando un percorso di ricerca ancora in progress ma che oggi ci permette già di presentarvi i primi risultati nel nostro menu.
Sempre cercando una coerenza narrativa con le altre portate, il territorio e la stagionalità sono i perni che mi hanno permesso di elaborare due nuovi dessert: Cocco e Lampone prende le mosse dal ricordo della grattachecca, la granita romana grattugiata a mano che ha sfamato intere generazioni di ragazzini a merenda, e che ancora oggi rivive nei tipici chioschi disseminati in città. Ho quindi giocato sulle consistenze del cocco e lamponi (perché nella grattachecca si mettono spesso cubetti interi di cocco e altri frutti) abbinando della crema alla vaniglia, meringhe e sorbetto di lampone e dei coralli di cialda di lampone. Un dessert di frutta che gioca quindi sul ricordo, la tradizione e la golosità.
E poi c’è il Pesce, sì, ma solo nel disegno ripreso dal nostro logo e tracciato come sigillo sul semifreddo a base di nocciola e limone, racchiuso in una sfoglia sottilissima di croccante di nocciola, a formare una sorta di millefoglie in varie consistenze in cui si intercalano la gelatina al limone e la crema alla vaniglia.

Vi aspettiamo per godere di questa nuova esperienza!

Il vostro Gianfranco Pascucci